Storia delle origini della coscienza

23,00

Autore: Erich Neumann
Editore: Astrolabio Ubaldini
Collana: Psiche e coscienza
ISBN: 9788834000991
Pubblicazione: 01/11/1978

Disponibile su ordinazione

COD: 9788834000991 Categoria:

Descrizione

Dopo l’opera di Jung, il maggior contributo alla psicologia analitica è forse costituito dai lavori di E. Neumann, di cui il volume qui tradotto costituisce una summa. Il grande passo avanti che Neumann vuole compiere è la costruzione di una teoria evolutiva della coscienza in cui la storia dello sviluppo psichico individuale coincida con la storia dello sviluppo psichico collettivo dell’umanità, in quanto entrambe percorrono comuni stadi archetipici. L’enorme difficoltà del compito consiste nel fatto che, per la definizione stessa della nozione di archetipo, pare impossibile individuare una dimensione evolutiva, ‘prima-dopo’, nel mondo archetipico. Ma alla fine di questo libro la nuova concezione apparirà molto convincente e dettagliatamente sostanziata da un’impressionante mole di materiale, proveniente da ogni campo dello scibile, e analizzato da Neumann con quell’aderenza al fatto e quel profondo contatto col moto dialettico del reale che caratterizzano le massime imprese ermeneutiche dell’umanità. L’approccio all’analisi che emerge da queste pagine è fondamentalmente teorico e filosofico, ma questo non deve far pensare al lettore che la dimensione clinica non abbia posto nell’analisi di Neumann. Essa ne costituisce la necessaria controparte, che Neumann non esplicita, ma si limita a ricordare in vari punti.